IN FASE DI REDAZIONE LA POSITIO PER IL SERVO DI DIO DON TONINO BELLO

fonte: http://www.molfettafree.it

E’ Maurizio Tagliaferri il relatore, mentre Postulatore della causa romana è Mons. Luigi Michele de Palma. Per il ventitreesimo anniversario della morte, il neo Vescovo Mons. Domenico Cornacchia, ha deciso che la Solenne Celebrazione Eucaristica in suffragio di don Tonino si terrà martedi 20 aprile alle ore 19.30 presso il Duomo Vecchio di San Corrado

IN FASE DI REDAZIONE LA POSITIO PER IL SERVO DI DIO DON TONINO BELLO

Il 20 aprile prossimo, ricorreranno venti tre anni dalla morte del Servo di Dio Don Tonino Bello, indimenticato Vescovo della nostra città per oltre dieci anni.

Una data che nessun molfettese ha dimenticato perchè sono vive, ancora oggi le immagini delle lunghe file di fedeli che si recarono in Cattedrale per renderGli omaggio o i Suoi funerali sulla Banchina Seminario con oltre cinquanta mila persone.

Nel frattempo, presso la Congregazione per le Cause dei Santi in Vaticano, si prepara la stesura della Positio, quella che verrà esaminata per i passaggi successivi, primo fra tutti la dichiarazione di Venerabilità.

Il compito di relatore della Positio è stato affidato a Maurizio Tagliaferri mentre Postulatore della causa romana è Mons. Luigi Michele de Palma.

Per il ventitreesimo anniversario della morte, il neo Vescovo Mons. Domenico Cornacchia, ha deciso che la Solenne Celebrazione Eucaristica in suffragio di don Tonino si terrà martedi 20 aprile alle ore 19.30 presso il Duomo Vecchio di San Corrado.

Subito dopo, nella sala del Crocifisso, di Collocazione provvisoria del Duomo, il Vescovo inaugurerà l’esposizione permanente “Conosci don Tonino” a cura del Museo Diocesano che illustra la vita ed il Magistero di don Tonino.

L’iniziativa è dedicata a don Mimmo Amato, Vice Postulatore della Causa di Canonizzazione ed è sostenuta dall’Opera Pia di Molfetta.

Un momento per riflettere sulla figura di questo grande Vescovo e Mons. Cornacchia, per l’occasione, ha diffuso un messaggio ricordando tra le altre cose che di Don Tonino, sforziamoci di essere non solo ammiratori ma autentici Imitatori!.

di Giuseppe Pansini