mercoledì, 21 Ottobre 2020
Home Sezioni Eventi Presentazione di "Occorre un uomo" / LUMSA di Roma, 23/01/2020

Presentazione di “Occorre un uomo” / LUMSA di Roma, 23/01/2020

«Dice don Tonino che gli educatori sono coloro “che disturbano il manovratore; coscienza critica; spina dell’inappagamento conficcata nel fianco del mondo”, ed è questa una definizione appassionata e definitiva che concerne chi crede e chi non crede, tutti coloro che avvertono nel loro sangue e nella loro anima l’indispensabilità, il dovere.» (dalla prefazione a cura di Goffredo Fofi al volume “Occorre un uomo”).

Abbiamo raccolto in questo video il materiale inviatoci dalla LUMSA a seguito della presentazione (dello scorso 23 gennaio 2020) al libro “Occorre un uomo. Tonino Bello educatore” di Lazzaro Gigante. Sono raccolti gli interventi di: Lazzaro Gigante, interverranno Goffredo Fofi, saggista, Giancarlo Piccinni, Presidente Fondazione “Don Tonino Bello”, Mons. Marcello Semeraro, segretario Consiglio dei Cardinali e Vescovo di Albano, con l’introduzione di Cosimo Costa, docente Università LUMSA.

Per sfogliare alcune pagine del libro: http://bit.ly/occorre_un_uomo

Video della presentazione

Articoli popolari

Presentazione di “Occorre un uomo” / LUMSA di Roma, 23/01/2020

«Dice don Tonino che gli educatori sono coloro "che disturbano il manovratore; coscienza critica; spina dell’inappagamento conficcata nel fianco del mondo", ed...

Papa Francesco nomina monsignor Marcello Semeraro nuovo Prefetto per la Congregazione delle Cause dei Santi

VATICAN NEWS Papa Francesco ha nominato monsignor Marcello Semeraro, finora vescovo di Albano, nuovo prefetto della Congregazione delle Cause...

Progetto “Gruppo di studio sugli scritti di don Tonino”

Vi rendiamo partecipi di questa nuova realtà che sta per nascere: "Gruppo di studio sugli scritti di don Tonino".

In Ricordo di Marcello Bello, il notiziario Il Grembiule dedica un numero speciale

Grazie...per la tua vita esemplare...Grazie per i tuoi silenzi fecondi, e le parole vibranti di interiorità. Grazieperché hai vissuto i valori della...